venerdì 29 aprile 2011

Gamberi allo zenzero e Kakhetian Noble 2008


Oggi presento una ricetta creata appositamente per un vino e lo posso fare grazie ad una bella collaborazione che ho iniziato con FernandoWine di Winexplorer. Sono stata davvero contenta quando su twitter ho ricevuto la proposta di creare ricette per dei vini.
All'inizio ero titubante perché, non essendo un'esperta di vini, ho creduto di non essere all'altezza del compito ma sono subito stata rassicurata sul fatto che ciò che volevano era proprio una ricetta di qualcuno che ama mangiare bene e bere bene ma che non fosse un'esperta! BENE! Dalla mia parte però ho anni di lavoro come cameriera in una famosa enoteca romana… Qualcosa cominciai ad impararla e a capirla proprio lì, durante i primi anni di università grazie al mio lavoro notturno!


Questa collaborazione mi ha subito interessato anche perché mi da la possibilità di imparare molte cose sui vini e, dopo una telefonata, mi è stato "assegnato" un vino georgiano della Badagoni.
Il vino è il Kakhetian Noble 2008 e proviene dal vitigno Rkatsiteli (che significa vite dai tralci rossi) che si coltiva in Kakheti fin dai primi secoli dopo Cristo. La vinificazione avviene in anfora e io non avevo idea che si potesse vinificare in altri contenitori che non fossero le botti in legno! Assurdo visto che l'utilizzo delle anfore pare sia il metodo più antico e più diffuso… e io non ne sapevo nulla!
Il bello delle viti georgiane è la loro specificità rimasta inalterata… ho letto che si tratta di vitigni autoctoni che non sono stati modificati o ibridati con altri. Qualcosa che in questi tempi di globalizzazione mi commuove non poco. Ma la cosa che più mi ha sbalordito è scoprire che queste viti resistono alla totale siccità e allo stesso tempo a temperature fino a - 25°. Praticamente indistruttibili.

Comunque... il vino è buonissimo, molto aromatico proprio come piace a me un vino bianco! L'abbiamo aperto tra amici e tutti hanno apprezzato (compreso un sommelier invitato per l'occasione) e, appena bevuto il primo sorso, ho subito capito che ricetta avrei abbinato: i miei famosi e collaudatissimi gamberi allo zenzero! Essendo un vino deciso con una spiccata personalità mi è sembrato perfetto per il sapore altrettanto deciso e piccantino dello zenzero... coi gamberi poi... sembrano fatti l'uno per l'altro!

E' un vino bello alcolico (sono 13,5 % vol, praticamente come un rosso siciliano!), attenzione quindi, bevete con moderazione!! E se volete provare questo vino potete comprarlo online sul sito Winexplorer cliccando qui sotto.


Ora passiamo alla mia ricetta super facile dei gamberi allo zenzero che potete variare secondo i gusti: decidete la varietà di gamberi che preferite (anche i gamberoni saranno ottimi), aggiungete o diminuite le dosi dei cipollotti e dello zenzero e decidete se cuocerli interi come faccio io (le teste aggiungono sapore, io non li sguscio mai!) o se preferite sgusciarli e cuocerli senza il carapace.

Con l'occasione ho anche inaugurato il mio meraviglioso Wok Le Creuset nuovo di zecca. Una cosa incredibilie! Mai amato tanto un wok in vita mia... forse perché non ne ho mai avuto uno tanto serio! Mi sono innamorata ed è stato perfetto per saltare questi gamberi!


Gamberi allo zenzero
dosi per 4 persone:
gamberi 800 gr
zenzero 10 cm di radice
cipollotti freschi 2 o 3 (secondo la grandezza)
aglio 2 spicchi
vino bianco 1/2 bicchiere
sale q.b
olio per ungere la padella


In una padella capiente versare poco olio e soffriggere l'aglio e i cipollotti tagliati in 4. Tagliare metà dello zenzero a listarelle e aggiungerlo in padella. Buttare i gamberi solo quando la padella sarà molto calda e farli colorire, muovendoli spesso, a fuoco alto. Intanto aggiungere l'altra metà dello zenzero tritato al coltello e versare mezzo bicchiere di vino. Lasciare sfumare. Non fate lessare i vostri gamberi altrimenti diventeranno secchi e duri, basteranno pochi minuti di cottura.
NB: Se cuocete i gamberi già sgusciati andranno cotti ancora meno.
Portate a tavola la padella e servite subito. Mangiate leccandovi le dita e bevete un bicchiere di Kakhetian Noble 2008.



22 commenti:

  1. Quello che aprezzo di più nelle ricette è la semplicittà. E questa è proprio al mio gusto. Anche se non bevo alcolici mi sembra interessante questo vino.

    RispondiElimina
  2. Molti pensano che il pesce sia difficile da cucinare (sai in quanti me lo hanno detto?)...beh, questo non è vero, per avere gusto basta davvero poco e mangi davvero bene!!

    RispondiElimina
  3. Adoro cucinare il pesce e adoro i gamberi perchè sono semplici e veloci oltre ad essere buonissimi :)

    RispondiElimina
  4. Complimenti sia per la ricetta che per la raffinata collaborazione!!
    Buon w.e.

    RispondiElimina
  5. Semplici e deliziosi... me ne farei una scorpacciata adesso! :)

    RispondiElimina
  6. Non mi fanno proprio impazzire i gamberi, ma sono sicura che se li preparassi in casa farei la gioia del mio sposando (anche se ormai me l'ha chiesto) :)
    Un bacio e complimenti per la collaborazione

    RispondiElimina
  7. I gamberi con lo zenzero sono eccezionali...mi sarebbe piaciuto mangiarne un piattino con un bel bicchiere del vino che ci hai presentato!!Complimenti per l' interessantissima collaborazione...un bacio e buon w.e.!!

    RispondiElimina
  8. Quanto adoro i gaaaamberi !!!!! Eccezionali così ^_^

    RispondiElimina
  9. che buoni i gamberi, il mio fidanzato è allergico, sob.. infatti li mangio raramente, di solito al ristorante! questo vino mi incuriosisce, non sono una grande esperta ma mi piacciono i bianchi fruttati

    RispondiElimina
  10. non capisco molto di vini, ma mi fido di te!

    RispondiElimina
  11. Non conoscevo questo vino, e non penso di aver mai bevuto un vino di quelle zone. Sono curiosa :-)

    ciao e buona domenica

    Alessandra

    RispondiElimina
  12. Giovanna, complimenti per la collaborazione. E per la ricetta, molto interessante e golosa.

    Baci Giovanna

    RispondiElimina
  13. @Darsi grazie. In effetti più semplice di così...
    @lacucinaghiotta per me è la cosa più facile! basta avere dell'ottimo pesce fresco e il gioco è fatto!
    @veru dillo a me... pesce dipendente!
    @Tiziana grazie mille! ho fatto leggere il tuo commento e FernandoWine è stato molto felice di essere stato definito "raffinata collaborazione" ;)
    @nerodiseppia merci!
    @Elena a no? pensare che crostacei e frutti di mare e molluschi sono tra i miei cibi preferiti!
    @Patrizia siamo concittadine prima o poi un pranzo dovrà scapparci! grazie!
    @Angela grazie mille. se adori i gamberi la ricetta va provata!
    @Passiflora nooooo!!! allergico??? il vino, se ti piacciono i bianchi fruttati, lo adoreresti. è davvero ottimo!
    @Strawberryblonde ;) fidati fidati!
    @Alessandra infatti è un vino un po' di nicchia, di quelle cose che noi, comuni mortali, non abbiamo mai sentito parlare... ma vale la pena provarlo!
    @Giovanna grazie tante!!

    RispondiElimina
  14. Ciao Giovanna, pensa che proprio ieri sera ho mangiato un piatto simile in un ristorante cinese e giapponese e l'ho trovato squisito!Le quantità dello zenzero e dei cipollotti erano diverse, più abbondanti, voglio provare a farla! Accostamenti azzeccatissimi e forte questo abbinamento del vino!

    RispondiElimina
  15. @Acky e infatti l'ispirazione è certamente orientale! la cucina cinese prima e giapponese dopo mi ha insegnato quanto il pesce e lo zenzero stiano bene insieme! Devo dire che gamberi con zenzero e cipollotti non li ho mai mangiati... devo scovarli! Prova prova che sono tanto buoni!

    RispondiElimina
  16. ricetta super super invitante.. bravissima.

    RispondiElimina
  17. Complimenti io li adoro!!da provare!!mi unisco al blog volentieri.a presto

    RispondiElimina
  18. Complimenti per le collaborazioni, ottimo il vino che sarei curiosa di assaggiare, ottimo il wok di cui condivido l'entusiasmo e ottima la ricetta di pesce che mangerei proprio leccandomi le dita!!!
    Baci, baci

    RispondiElimina
  19. @Fabiana merci!
    @LeRicetteDiTina grazie e benvenuta ;)
    @Laura ;) sono davvero lieta che tu condivida tutto... anche il leccarsi le dita!

    RispondiElimina
  20. Una meraviglia ..ne mangerei parecchi, baci ciao

    RispondiElimina
  21. Tra vino, gamberi e wek non so cosa invidiarti di più. Brava brava brava!

    RispondiElimina

Lascia un commento!