mercoledì 14 novembre 2012

Zuppa di Lenticchie e Castagne (con Barbera d'Asti)


Dopo tanto, ma proprio tanto lavoro, io e le colleghe della mia Associazione ci siamo prese 2 giorni di pausa in una bellissima casetta in Umbria, in un borghetto isolato, in mezzo alla natura. Faceva freddo, pioviccicava... insomma, si è molto cucinato e molto mangiato!

Ho comprato delle eccezionali patate rosse tipiche del luogo, delle castagne che o-mio-dio-non-ho-mai-mangiato-castagne-così, del buonissimo ciauscolo e il tipico coglion di mulo che, nonostante il nome, è un salame di una bontà unica (il nome deriva solo dalla forma di questo salame!! non si tratta davvero di testicoli di mulo!)


Castagne tanto buone vale la pena mangiarle arrosto o lesse ma, avendo una buonissima bottiglia di Barbera d'Asti Valmorena delle cantine Marchesi Incisa della Rocchetta che il gentilissimo e amatissimo Fernando di Winexplorer ha deciso di affidarmi, ho pensato di dedicare 200 grammi di queste delizie ad una ricetta da abbinare al vino!

Questo vino rosso rubino, dal sapore deciso e intenso si sposa perfettamente con questa zuppa sostanziosa e resa dolce dalle castagne. Perfetto! Un pasto così riscalda corpo e anima... vale la pena coccolarsi con una buona zuppa e un buon bicchiere di vino ogni tanto ;)


Io ho lessato le castagne e mi sono adoperata a sbucciarle, cosa che ha richiesto circa mezz'ora del mio tempo. Mi dicono che sono pazza e che dovrei coprare le castagne già pronte ,o almeno le mosciarelle secche da far rinvenire. Che vi devo dire? Castagne più buone di queste non le ho mai provate e avevo davvero voglia di mangiarle nella zuppa! Se non avete tempo potete tranquillamente usare castagne pronte!

Zuppa di lenticchie e castagne

carota 1
cipolla piccola 1
costa di sedano 1
lenticchie rosse 300 gr
castagne lesse 200 gr
brodo vegetale 1,5 l

Tritare la carota, il porro, la cipolla e il sedano e soffiggere in poco olio in una pentola. Aggiungere le lenticchie e mescolare in modo che assorbano i profumi. Versare il brodo e coprire. Lasciate cuocere fino a che le lenticchie non saranno cremose (circa 10/15 minuti).
Aggiungere le castagne lessate e sbucciate e lasciar cuocere altri 5 minuti.
Servire con una spolverata di prezzemolo e un goccio di panna acida (facoltativo).
NB: volendo potete frullare la zuppa per renderla una vellutata.


la bellissima tovaglietta della foto d'apertura è GreenGate

16 commenti:

  1. questa zuppetta riscalda l'anima....buona giornata:)

    RispondiElimina
  2. E' proprio tornato il tempo di zuppe e vellutate! La tua dev'essere eccezionale.

    Marco di Una cucina per Chiama

    RispondiElimina
  3. ciao, è un po' che non ci si vede... la tua zuppetta mi ispira molto... dovrei solo riuscire a non mangiare le castagne prima che arrivino sulla zuppa heheh
    a presto
    i

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si, capisco... ho lo stesso problema... sono ghiottissima di castagne!

      Elimina
  4. E proprio bella questa vellutata...lenticchie e castagne non mi sarebbe mai venuto in mente!
    ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io unisco le castagne a tutti i legumi... anche con i ceci... una bontà!!

      Elimina
  5. io morirei di mal di pancia.. però ottima per scaldarsi in una giornata fredda!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mal di pancia per le lenticchie o per le castagne?

      Elimina
  6. abbinamento riuscito, deve essere deliziosa, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  7. Una ricetta veramente interessante per l'abbinamento inconsueto. Non risulta un po' dolce per via delle castagne? Forse per quello ci vorrebbe la panna acida?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gentile Georg, chiedo scusa per il ritardo con cui rispondo ma tra feste e febbri.... ;)
      comunque no, non risulta dolce... si sente il sapore delle castagne, ma non rendono la zuppa dolce. Ovviamente la panna acida ci starebbe benissimo!!!

      Elimina

Lascia un commento!